Riina è un essere umano, si ma uno tra i peggiori

Sembra scontato scrivere sulla mafia. Ricorda un po’ quei temi delle medie che rigorosamente iniziavano per “la mafia è una delle più grandi piaghe della società moderna”.

Siamo cresciuti con la mafia e il fatto che non ci passi sotto gli occhi lasciandoci indifferenti a me fa piacere. Il fatto che tutti si siano espressi sulla vicenda che negli ultimi giorni ha riguardato Totò Riina a me fa piacere. Il fatto che ognuno abbia voluto evidenziare, con un post in bacheca o con una foto di Falcone e Borsellino, che la mafia per noi è ancora una montagna di merda a me fa piacere.

Piuttosto sono meno felice nel leggere chi dice basta. Basta a tanto interesse mediatico. Basta mettere la bocca in materie in cui non siamo competenti. Perché di queste carogne è giusto parlare. Perché seppur non tutti siano esperti in legge in un modo o nell’altro abbiamo vissuto la scia di fango lasciata dalla mafia.

Non è di certo augurando a Totò la Merda-Riina una morte in croce che faremo giustizia alle vittime della mafia. E non è di certo scarcerandolo che daremo il buon esempio all’intera collettività, soprattutto quella dei più giovani.

Va comunque sottolineato, per dovere di cronaca, che il tribunale di Bologna nel 2016 ha rifiutato la richiesta dei domiciliari avanzata dall’avvocato del mafioso. E che la prima sezione penale della Cassazione ha risposto invece annullando con rinvio l’ordinanza del tribunale di Bologna. Alias è ancora tutto da decidere.

Vorrei però porre l’attenzione su di un particolare. Così facendo la Cassazione ha evidenziato come l’accanimento carcerario in caso di gravi problemi di salute possa essere contrario al senso di umanità.

…Adesso è facile cadere in banale populismo…

Lasciatemi però dire che le parole Riina e senso di umanità difficilmente possono andare d’accordo. E pur essendo corretto tenere sempre conto che la vendetta e l’odio portano soltanto altro odio è comunque fondamentale NON DIMENTICARE. Non infangare la memoria eroica di chi ha lottato donandoci una grande esempio di cosa voglia dire umanità sacrificandone in nome la propria vita.

Riina è un essere umano. Si ma uno tra i peggiori e non penso proprio che la sua scarcerazione possa dare dignità alla sua morte. Una morte che è soltanto l’ultimo istante di una lunga vita. Una vita che ha sepolto patriottismo, senso civico, umanità decenza e amore sotto chilometri e chilometri di carne umana da macello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *