Le strane notizie del web: lo stupore del non stupirsi

Non è raro imbattersi su articoli davvero bizzarri. Quante volte vi è capitato di trovare in rete notizie che all’inizio credevate false per quanto surreali?

Giusto per fare qualche esempio mi viene in mente la notizia di una donna di 100 anni arrestata per realizzare, a detta sua, un sogno nel cassetto. O ancora la storia di una coppia che usa un sacchetto di plastica al posto del preservativo con risultati a dir poco dolorosi. I due infatti sono stai costretti a recarsi al pronto soccorso per ovvie lesioni ai genitali.

Ma di notizie come queste ne è davvero pieno il web. Ne circolano di tutti i colori. Ed è recente la notizia che racconta della nuova moda giapponese. Prendendo spunto da un famoso fumetto i nostri stravaganti amici giapponesi hanno iniziato ad indossare mutandine…. in faccia. La moda prende il nome di kaopan (“kao” faccia, “pantsu” mutanda). E’ l’exploit di un diffuso feticismo per le mutandine che ha larga diffusione nel suddetto paese orientale.

Ma qualche giorno fa per caso mi sono trovato davanti ad un articolo che mi ha davvero incuriosito. E’ capitato a tutti di trovare dei capelli in doccia, capelli che ormai stanchi di una vita di stress hanno deciso di  andare via seguendo la strada degli scarichi fognari. Ma esiste una donna che di questi piccoli e sfibrati esseri ne fa delle vere e proprie opere d’arte. Si chiama Lucy Gafford ed ha iniziato a creare opere con i suoi capelli durante una normalissima doccia prima di iniziare la giornata. Lucy condivide su instagram e twitter i suoi “lavori” e la sua originalità sta facendo il giro del mondo. Di certo l’essere donna la sta aiutando molto. Si sa che  in quanto a capelli nella doccia sono imbattibili, con i miei potrei al massimo disegnare una margherita per  nulla petalosa.

Forse però alcuni di noi non si stupiscono più di fronte a certe notizie. Potremmo leggere di un uomo che si è fatto trapiantare la faccia di un maiale sul culo e restare impassibile. Si, perché ormai siamo abituati.

Siamo abituati all’orrido, al bislacco e a tutte le stranezze possibili e immaginabili. In realtà ormai nessuna notizia è poi così assurda. Si sente di tutto. Ma la vera assurdità è non stupirsi di fronte a tutto questo. Certo non mi riferisco alle mutande in faccia dei giapponesi o all’anziana signora che si è fatta arrestare. Parlo di notizie un po’ più serie, da prendere meno alla leggera. La vera assurdità è essere completamente abituati a tutto. Niente ci sconvolge. Siamo costantemente bombardati da notizie di ogni tipo. E sono sicuro che anche lo scoppio di una terza guerra mondiale per molti di noi sarebbe solo un’ennesima fonte di stronzate su cui scrivere e commentare sul web.

Permettetemi però una riflessione meno leggera. Permettetemi di andare oltre, per quanto possibile, alla frivolezza di alcuni argomenti

Di questo passo dove andremo a finire? Che fine ha fatto la capacità di stupirsi e rimanere increduli tipica della nostra infanzia e, lasciatemi dire, tipica del genere umano? Allora….. Che fine ha fatto la nostra umanità quando a immagini di morti violente in Siria la nostra reazione si limita ad un solo e semplice like? Di certo la tecnologia è uno strumento potente, di comunicazione e non solo. Ma sono altrettanto certo che il tasto “pollice in su” non migliorerà il mondo solo perché stiamo li a dire che qualcosa “CI PIACE!”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *